Comunicato stampa – 8 marzo 2023

 

Torna “Ossola in Cantina”: il 13 maggio cantine aperte in Val d’Ossola

La seconda edizione del percorso degustazione alla scoperta dei vigneti eroici nelle Alpi piemontesi offre sette tappe in altrettante cantine della Val d’Ossola

Attesissima, dopo lo straordinario successo della prima edizione e uno stop lungo tre anni, torna Ossola in Cantina, la giornata organizzata dall’Associazione Produttori Agricoli Ossolani (APAO) con la collaborazione dell’Associazione Italiana Sommelier Verbania e della Condotta Slow Food Valle Ossola per scoprire e valorizzare piccoli produttori del nord estremo del Piemonte, una porzione di territorio la cui anima vitivinicola è ancora poco conosciuta, pur raggiungendo livelli qualitativi ormai degni di nota.

Sabato 13 maggio – previsto il rinvio al 27 maggio in caso di maltempo – dalle 11 alle 18, sette cantine della Val d’Ossola apriranno le proprie porte per regalare al grande pubblico un coinvolgente viaggio di scoperta vitivinicola.

I vini ossolani

I fianchi delle montagne della Val d’Ossola, fino ad un secolo fa letteralmente coperti dai 400 ettari di vigneti, sono vere e proprie terrazze assolate (sustin in dialetto) e grazie all’impegno di valorosi coltivatori stanno tornando a regalare piccoli e grandi gioielli enologici.

Alcune vigne della Val d’Ossola sono vigneti eroici, ubicati su terreni con pendenze importanti ad altitudini di media montagna, al pari dei più conosciuti in Valtellina, Liguria o nel vicino Canton Vallese svizzero. Perla del vino locale è da sempre il Nebbiolo tradizionale, il Prünent: il nome, citato per la prima volta in una pergamena del 1309, pare faccia riferimento al suo sentore di prugna, o alla nebbia (pruina) che caratterizza la tarda maturazione autunnale delle sue uve.

Dal 2009 la DOC “Valli Ossolane” ha contribuito ad un ulteriore rilancio della produzione a km0, che il pubblico potrà apprezzare grazie al completo ventaglio di proposte di Ossola in Cantina. Prendere parte all’evento di sabato 13 maggio significa anche sostenere la passione di queste piccole realtà produttive, che non solo valorizzano un prodotto locale d’eccellenza, ma contribuiscono anche a rafforzare quel legame tra uomo e natura oggi sempre più importante.

Ossola in Cantina

Un unico voucher – acquistabile, esclusivamente in prevendita, al costo di €30, ma con un prezzo agevolato di €25 per i primi cento biglietti venduti – permetterà di conoscere da vicino tutti i produttori, visitare vigneti e cantine e degustare calici di ottimo vino ossolano DOC in sette differenti cantine. Nel prezzo del biglietto è compreso anche il proprio calice personale per la degustazione e una sacca personalizzata per riporlo tra una visita e l’altra. I vini saranno abbinati ad assaggi gastronomici tipici della Val d’Ossola, che saranno serviti utilizzando piatti, posate e tovaglioli compostabili: una precisa scelta di APAO per caratterizzare l’anima green della manifestazione.

Sono disponibili 500 voucher: l’inizio della prevendita è fissato per sabato 1 aprile sul sito www.apao.it, i tagliandi per iniziare il percorso degustazione dovranno essere ritirati il giorno dell’evento nelle sede di APAO in Via Martinoja a Crevoladossola (VB), dove saranno presenti alcuni piccoli produttori di vino ossolano che proporranno in degustazione i propri calici. La settimana precedente l’evento gli eventuali voucher ancora disponibili saranno in vendita (con relativi calici degustazione) presso l’Enoteca Garrone, in via Scapaccino 36 a Domodossola (VB).

Sabato 13 maggio (il 27 in caso di maltempo) ogni cantina proporrà una degustazione differente: si passa così dal fresco Chardonnay all’antico e raro Prünent, dal Nebbiolo al Merlot, fino ad un inaspettato vino passito. I visitatori potranno decidere liberamente quante e quali cantine visitare, e potranno raggiungerle in autonomia grazie a una comoda mappa.

Nelle sette cantine coinvolte, collocate geograficamente da sud a nord, da Pieve Vergonte, nella Bassa Ossola, a Crodo, in Valle Antigorio, saranno presenti i sommelier professionali dell’Associazione Italiana Sommelier Verbania che “racconteranno” i vini in degustazione.

Ecco l’elenco delle cantine che partecipano a “Ossola in Cantina”:

  • Ca’ da l’Era Azienda Agricola – Via del Piano, 15 – Pieve Vergonte

  • La Cantina di Tappia – Frazione Tappia – Villadossola

  • Az. Vitivinicola Edoardo Patrone – Borgata Baceno, 51 – Domodossola

  • Agriturismo La Tensa – Località Tensa – Domodossola

  • Villa Mercante – Via Strada Vecchia, 23 – Trontano

  • Cantine Garrone – Via Valle Formazza, 13 – Oira di Crevoladossola

  • Istituto Agrario Fobelli di Crodo – Via Roma, 9 – Crodo

Calice dopo calice, il percorso di “Ossola in Cantina” porterà a percorrere strade, mulattiere e sentieri che sono anche linee di congiunzione tra passato e futuro, riscoprendo un mondo antico il cui recupero è oggi in atto con volontà e determinazione. Per chi vorrà affidarsi in questa scoperta ad esperte guide, APAO organizza inoltre, a pagamento, semplici escursioni accompagnate, a piedi o in e-bike.

“Ossola in Cantina” è realizzata dall’Associazione Produttori Agricoli Ossolani (APAO) con la collaborazione dell’Associazione Italiana Sommelier Verbania e della Condotta Slow Food Valle Ossola e con il patrocinio della Regione Piemonte e dei Comuni di Domodossola, Crevoladossola, Crodo, Pieve Vergonte, Trontano e Villadossola.

Maggiori informazioni e aggiornamenti sulla pagina Facebook o sul profilo Instagram.
Dettagli e prevendita su www.apao.it – Info: info@apao.it – Tel. +39 345 5882313

Ufficio stampa “Ossola in Cantina” – Filippo Ceretti e Michela Bianchi
cerettifilippo@gmail.com – rossonumerodue@gmail.com
Tel.: 340 9349673 – 347 0890846

Contatti

1 + 10 =